COGEFIM - Vendita aziende agricole

Vendita aziende agricole

Vendita aziende agricole

Le news di Cogefim

Il made in Italy: una certezza per l’economia

Cavalcare l’onda della ripresa del settore agroalimentare è la scelta di moltissime imprese, la qualità sta finalmente pagando

Igp e Dop sempre più sinonimo di qualità sia sul piano nazionale che internazionale. Negli ultimi anni sono cresciuti in maniera significativa sia i consumi interni che le esportazioni, arrivando a chiudere lo scorso anno con un +2,6% (oltre 15 miliardi) per il valore della produzione ed un +4,7% (8,8 miliardi) per l’export.

I dati in questione sono quelli riportati dal XVI Rapporto Ismea – Qualivita sui prodotti alimentari e sui vini Dop ed Igp presentato a Roma lo scorso 13 dicembre, dal quale è emerso anche che il comparto ricopre il 18% dell’intero settore agroalimentare italiano.

Scendendo nel dettaglio il segmento food da solo conta un valore al consumo di 14,7 miliardi, salendo del 6,7% rispetto all’anno precedente ed un export che vale 3,5 miliardi (+3,5%) mentre il vino raggiunge gli 8,27 miliardi per la produzione (+2%) e 5,26 miliardi per l’export (5,8%) con una produzione di oltre 2 miliardi di bottiglie.

Raffaele Borriello, direttore generale di Ismea, vede questi dati come la dimostrazione pratica di quanto il comparto delle denominazioni ed indicazioni geografiche sia una solida realtà per l’economia agroalimentare italiana e quanto sia importante per il consolidamento del made in Italy nel mondo.

Infatti sembra proprio questa la strada che il governo vuole intraprendere: stando alle parole del ministro delle politiche agricole, Gian Marco Centinaio, tra i principali obiettivi c’è proprio quello di contrastare l’Italian Sounding, lesivo sia per l’economia che per i consumatori, con prodotti di primissima qualità certificati. La competitività del settore, stando alle parole del ministro, si può aumentare con politiche di sostegno per le aziende agricole ed agrituristiche, potenziando l’export e garantendo posti di lavoro ai più giovani con filiere produttive più equilibrate.

L’imperativo è, quindi, cavalcare l’onda; anche perché come sostiene il direttore generale di Ismea, Raffaele Borriello, ciò che si evince dai rapporti non fanno altro che confermare quanto le indicazioni geografiche siano per l’Italia un vero e proprio cavallo di battaglia, consolidando la reputazione del made in Italy nel mondo. Molte sono le aziende che, infatti, hanno già deciso di mettersi in gioco in questo campo, lanciandosi a capofitto nella produzione di prodotti agroalimentari certificati, come riportano i dati di aziende da sempre presenti nel campo della compravendita aziendale (ad esempio Cogefim srl).

Il mondo Ig e Dop si sta espandendo anche sul web: il 61% delle aziende del settore ha un sito web ed il 52% un profilo social, non solo con numeri di follower davvero sorprendenti ma diventando veri e propri ambasciatori della cultura italiana e del Made in Italy nel mondo.

Sia sui social che “offline” i prodotti che “spopolano” sono il Parmigiano Reggiano Dop, il Grana Padano, l’Aceto Balsamico di Modena Igp (prodotto più esportato), il Prosecco ed il Brunello di Montalcino.

« Torna all'archivio

Oltre tre milioni e mezzo di visitatori hanno visitato il nostro sito!

Da oltre 35 ANNI il nostro lavoro è vendere aziende

* Promozione Vendite Aziendali Immobiliari - Ricerca Soci Attivi o di Capitale - Sopralluoghi - Perizie - Consulenze - Intermediazione Aziendale Immobiliare

Cogefim srl - VIa Arimondi,5 20155 MIlano - C.F. e P.I.: 06474020150 - CCIAA di Milano 1099688 - Trib. di Milano reg. soc. n. 214039 - PEC cogefimsrl@legalmail.it

Visita anche www.generalcessioni.com